Tenete spenta la TV

Voi che in cuor vostro avete già scelto
per il bene delle vostre città
dalla vita ammorbata
la legalità calpestata
l’arroganza servita come virtù.
Voi che nel silenzio nascosto
del sentimento sgomento
alimentato
dall’abitudine
di manovre insensate
di poteri corruttori
di ideologie estreme
avete voluto
finalmente
che si voltasse pagina.

A voi un ultimo sforzo
un ultimo sacrificio.
Ché a velare il vostro “no”
non siano notizie false
messaggi iniettati nell’inconscio
manovre subdole mediatiche.

Voi in questi giorni di vigilia
dove gli inganni riaffioreranno

Voi, in questi giorni
mi raccomando

Tenete spenta la TV.

Questa voce è stata pubblicata in Echi di antichi post..., Politica, Prosa e Poesia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.