… e strade che s’incrociano

Quasi un sequel del precedente post, sì; col mio babbo già non più tra noi – spento coi suoi novantun anni dopo giorni di sofferenza all’ospedale, via dalla sua stanzetta del residence dove mesi fa scelse di rimanere – e assieme al confuso susseguirsi di bad news legate prima al suo improvviso crollo fisico, e poi nel turbinio di impegni di quella routine post mortem necessaria ma in conflitto coi dubbi e le tristezze del cuore, ecco apparire la bella notizia.

SI’. Quando s’incrociano le strade, quando s’incrociano le vite, e sul palcoscenico dell’esistenza terrena – una volta sopite le emozioni e attenuati gli struggenti ricordi – scopriamo i personaggi alternarsi sulla scena, e il vecchio col nuovo quasi salutarsi passando il soffio dello spirito come testimone tra le generazioni, ecco la meraviglia del miracolo.

Perché la bella notizia che fa da contraltare alla perdita dell’antico padre, è l’annuncio di una nuova vita! una vita piano piano in crescita in un grembo giovane che si trasforma.

E il testimone che il nuovo nato afferrerà dallo spirito del bisnonno che mai avrà conosciuto, mi fa credere ancora all’immensa potenza di questo universo, che macina eventi e costruisce in eterno dalle ceneri del passato.

Il cammino continua…

Questa voce è stata pubblicata in Echi di antichi post.... Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.