Noi che siamo i piccoli

Un’altra riflessione dopo le vicende luttuose che hanno iniziato a insanguinare anche alcuni di noi, persone della nostra stessa Italia.
Noi italiani che spesso pensiamo di “restar fuori” dall’odio del mondo, per la nostra stessa indole “pacifica” (o pacioccona?), eccoci coinvolti alla pari in vicende che sembrano più grandi di noi.
E ancor più se siamo persone comuni, piccoli uomini che sembrano non contar nulla nei giochi di potere e di supremazia mondiale che incendiano sempre più il pianeta.

Eppure…

NOI CHE SIAMO I PICCOLI

Noi che siamo i piccoli
piccole menti profondi pensieri
Noi che siamo i piccoli
piccoli gesti gocce d’acqua nell’oceano.

Piccoli individui noi
una grande dote ancora
individui e non massa forgiata per odiare

Cuore di carne vita e amore
parole ignorate dal potere
ma vive nei piccoli
Moltitudini
milioni di cuori.

L’alba è lontana ma
il tunnel della notte
un giorno aprirà
spalancate porte di luce

Per abbracci multicolori
e occhi di lacrime represse
e sorrisi di umano specchiare
l’un l’altro davanti
liberi.

Questa voce è stata pubblicata in Echi di antichi post..., Prosa e Poesia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.